FAQ

  • Rete GNSS
    • In consiste la rete GNSS di Regione Liguria?
      • Si tratta di un’infrastruttura costituita da 6 stazioni permanenti distribuite sul territorio e da un centro di controllo regionale, in grado di erogare tempo reale o in differita correzioni alle misure satellitari effettuate dagli utenti iscritti al servizio.

    • Quanto costa il servizio?
      • E’ completamente gratuito, basta registrarsi.

    • Quando è disponibile il servizio?
      • Il servizio di posizionamento è disponibile 24 ore su 24 per tutto l’anno, ma i server di gestione sono presidiati soltanto in orario di lavoro, pertanto non si può escludere a priori un malfunzionamento nelle ore notturne o nel fine settimana. L’assistenza telefonica e via e-mail è analogamente disponibile al numero 010/57176100 dalle ore 9 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.30 dal lunedì al venerdì; al di fuori di questi orari è possibile lasciare un messaggio con nome cognome e numero di telefono alla segreteria telefonica o scrivere all'indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. In caso di temporanei disservizi o variazioni, controllare la sezione “news” dell’home page del Geoportale; in ogni caso, le comunicazioni più importanti vengono diffuse anche via e-mail agli utenti iscritti al servizio.

    • Come ci si iscrive?
      • Scaricare il modulo che si trova alla pagina: e compilarlo; inviarlo quindi alla casella di posta istituzionale Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ; entro breve tempo si riceve una e-mail contenente tutte le informazioni per l’accesso al servizio, con indicazione di username, password, indirizzo del server a cui collegarsi e tipo di correzioni fornite. Le credenziali di ogni utente vengono mantenute da un anno all’altro, senza necessità di doversi riscrivere alla fine dell’anno di iscrizione.

    • Come ci si collega al servizio?
      • I servizi distribuiti dalla Rete GNSS sono fruibili da utenti che dispongano di qualsiasi ricevitore, indipendentemente dalla marca, con il solo vincolo di possedere caratteristiche adatte all'impiego dei singoli servizi offerti. Per utilizzare il servizio di correzione in tempo reale occorre:

        • Ricevitore GNSS o GPS con firmware e opzioni atte ad utilizzare le correzioni ricevute;
        • Controller con software di gestione del rilievo;
        • Software NTRIP client: di solito è integrato nella maggior parte dei software;
        • Modem GPRS o UMTS: può essere integrato nel ricevitore o nel controller.
        • Scheda SIM abilitata al traffico dati

        E' possibile utilizzare anche un telefono cellulare (GPRS/EDGE/UMTS) da collegare al ricevitore o al controller via bluetooth. Per l’accesso al server che eroga le correzioni, bisogna inserire nell’interfaccia dello strumento nome utente, password e indirizzo del IP server forniti al momento dell’iscrizione.

    • E’ possibile collegarsi con più strumenti avendo a disposizione solo le proprie credenziali di accesso?
      • Per farlo è necessario comunicarlo al servizio di assistenza, che provvederà a predisporre un accesso multiplo per il singolo utente.

    • Quali sono i servizi in tempo reale disponibili?
      • Sono sostanzialmente due:

        • Posizionamento RTK di precisione centimetrica, per ricevitori a doppia frequenza, per rilevamenti cartografici, catastali, tracciamento di reti tecnologiche, ecc ..
        • Posizionamento DGPS di precisione submetrica, per ricevitori a singola frequenza, per scopi navigazionali per il posizionamento di mezzi, la gestione delle emergenze, per integrazione dati GIS, ecc ..
    • Fra le diverse correzioni (mount point) disponibili per il tempo reale, qual è la scelta più indicata?
      • Con riferimento alla pagina del sito relativa alle correzioni in tempo reale, possiamo anzitutto distinguere tra il formato RTCM 2.3 e RTCM 3: quest’ultimo non è supportato dai ricevitori meno recenti. All’interno dello stesso formato, per la scelta del mount point più adatto, si consiglia di far riferimento alla documentazione del proprio ricevitore, tenendo presente in ogni caso che DGPS è dedicato alle misure di codice per ricevitori a singola frequenza e NEAR è consigliabile principalmente se ci si trova entro 10 - 15 Km da una Stazione Permanente.

    • E’ possibile conoscere lo stato di efficienza della rete prima di effettuare un rilievo?
      • Basta consultare la pagina del sito dedicata allo stato della rete e verificare numero e posizione delle Stazioni Permanenti disponibili. In caso di malfunzionamenti o sospensione del servizio, le relative notizie sono riportate alla sezione “News” dell’home page del Geoportale .

    • Quali possono essere i motivi per i quali non ci si riesce a connettere al servizio?
        • Mancata connessione ad Internet (verificare con un browser il caricamento di una pagina Web), ad esempio per carenza di copertura telefonica nella zona del rilievo o mancanza di credito
        • Errati parametri di connessione alla rete GNSS (username, password, ecc…)
        • Problemi imputabili alla rete (consultare preventivamente lo stato della rete sul sito)
    • Quali possono essere i motivi per cui non si riesce a fissare il punto (condizione “FLOAT”)?
        • Numero insufficiente di satelliti acquisiti (per ostruzioni, copertura fogliare, “canyon urbani”, ecc..)
        • Sfavorevole configurazione della geometria satellitare (PDOP elevato)
        • Presenza di multipath (parcheggi con molte auto, specchi d’acqua ed altre superfici riflettenti)
        • Disturbi elettromagnetici (linee ad alta tensione, ecc..)
        • Insufficiente copertura GSM (il segnale va e viene…)
        • Problemi imputabili alla rete (consultare preventivamente lo stato della rete sul sito)
    • E’ possibile sfruttare efficacemente la rete nelle zone di confine con altre regioni?
      • Nelle aree di confine con il Piemonte il servizio utilizza anche le stazioni limitrofe (MONV, CANL e SERR), per cui risulta pienamente efficiente. Per quanto riguarda le altre zone marginali, la situazione potrebbe essere più problematica, fino ad eventuali ulteriori accordi con l’Emilia Romagna, la Toscana e la Francia.

    • Quali servizi di posizionamento in post – processing sono disponibili?
      • Sono sostanzialmente due:

        • File RINEX corrispondenti ai file di osservazione delle singole Stazioni Permanenti
        • File RINEX virtuali, corrispondenti alle osservazioni di una ipotetica stazione “virtuale” posizionata in prossimità dell’utente, utili quando ci si trova oltre 10 Km da una SP della rete e si vogliono comunque ottenere precisioni elevate.
    • Come si accede ai servizi di post – processing?
      • Per quanto riguarda i file RINEX, è sufficiente accedere all’apposita pagina del sito e scegliere, la SP di interesse, giorno, mese ed intervallo di campionamento: attraverso una semplice interfaccia è possibile scaricare i file orari prescelti semplicemente cliccandoci sopra: ci sono 3 file per ogni ora di rilievo:

        • File con suffisso “d”, contenenti le osservazioni vere e proprie
        • File con suffisso “g”, contenenti le effemeridi dei satelliti GLONASS
        • File con suffisso “n”, contenenti le effemeridi dei satelliti GPS

        I file hanno estensione “.z” e vanno scompattati prima di elaborarli. Per quanto riguarda invece lo scarico dei file RINEX a campionamento variabile da 1 a 29 secondi e RINEX virtuali, si accede alla relativa pagina cliccando sulla voce “Post Processing: File Rinex Virtuali”; da questa pagina parte un’applicazione Java, che funziona attualmente solo su Internet Explorer (ricordarsi di abilitare l’applicazione, settando sul pannello di controllo di Windows alla voce “Java”, scheda “Sicurezza” l’indirizzo http://81.23.86.10:8080 cliccando su “Modifica lista siti…” e “Aggiungi”).

        A questo punto, se si scelgono i RINEX a campionamento variabile basta selezionare a sinistra la SP di interesse e cliccando sul tasto “NEXT” seguire l’autocomposizione, scegliendo data, orario, intervallo di campionamento e formato di compressione; se si scelgono i RINEX virtuali, si può cliccare direttamente sulla mappa o inserire in basso le coordinate approssimative del rilievo, quindi seguire l’autocomposizione analogamente a prima; in questi due ultimi casi caso, bisogna essere iscritti al servizio per poter salvare le proprie elaborazioni, mentre lo scarico dei RINEX ad 1, 5 e 30 secondi è ad accesso libero.

    • Di cosa è necessario disporre per utilizzare i servizi di post – processing?
      • Tenendo in ogni caso presente che le modalità di rilievo in post – processing sono leggermente diverse da quelle in tempo reale (aumento dei tempi di stazionamento, ecc..), per poter sfruttare il servizio, è sufficiente possedere un ricevitore che possa registrare i dati di osservazione grezzi, in formato RINEX o proprietario ed un software per effettuare la post – elaborazione, che può essere proprietario od Open Source.

    • Dove è possibile reperire le coordinate delle Stazioni Permanenti?
      • Alla pagina “Monografie”, cliccando sulla cartina interattiva in corrispondenza della SP di interesse, quindi su “LA MONOGRAFIA”, da cui si può scaricare il documento .pdf contenente le informazioni sulle coordinate nel sistema RDN ed in quello italiano, sia in formato geografico che proiettato.

    • In quale sistema geodetico vengono restituite le coordinate dei punti del rilievo?
      • Il Sistema di Riferimento materializzato dalla rete GNSS di Regione Liguria e quindi da tutti i servizi di posizionamento forniti è quello Geodetico Nazionale ETRF2000, alla versione 2008.0

    • E’ possibile convertire il proprio rilievo nel precedente sistema di riferimento nazionale "Roma 40"?
      • Se si vuole mantenere la precisione intrinseca dei rilievi GNSS (da submetrica a centimetrica) si sconsiglia l’utilizzo dei software commerciali perché imprecisi; la scelta migliore è il software “ConveRgo”, distribuito gratuitamente dal centro interregionale, che consente il passaggio di coordinate fra i sistemi di riferimento nazionali (Catastale, Roma 40, ED50, ETRS89 nelle due realizzazioni ETRF89 ed ETRF2000), sia sotto forma di coordinate geografiche, che piane. Il software per effettuare conversioni di precisione utilizza i “grigliati” IGM (GK1 e GK2), che sono a pagamento, altrimenti ci si deve accontentare di una conversione meno precisa, con accuratezza metrica.

        In alternativa, è possibile sfruttare il servizio online gratuito “Trasforma le coordinate” offerto dal Geoportale di Regione Liguria che permette la trasformazione di singoli punti o di file in formato "Shape" tra i seguenti sistemi di coordinate:

        Coordinate Piane:

          ">
        • ETRF89 – UTM - Fuso 32 (EPSG:25832)
        • ROMA40 - Gauss-Boaga - Fuso Ovest (EPSG:3003)
        • ED50 – UTM - Fuso 32 ( EPSG:23032)

        Coordinate Geografiche:

        • ETRF89 (EPSG:4258)
        • ROMA40 (EPSG:4806)
        • ED50 (EPSG:4230)

        Al fine di garantire la massima precisione nella trasformazione i calcoli sono eseguiti sulla base dei "grigliati" nazionali forniti dall’Istituto Geografico Militare: il programma attualmente utilizza la realizzazione ETRF89, in quanto disponibili i grigliati corrispondenti.

  • Sportello Cartografico
    • Qual è l'indirizzo, il numero telefonico e l'orario di apertura dello Sportello cartografico?
      • Lo Sportello Cartografico si trova a Genova in via Fieschi 17, piano U3.
        Lo Sportello riceve solo su appuntamento il mercoledì 9:30 – 15:00 (n. 5 appuntamenti 9:30, 10:30, 11:30, 14:00, 15:00). Per richiedere un appuntamento telefonare durante le ore di assistenza telefonica o inviare una mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. specificando l'argomento.

        L’assistenza telefonica risponde al numero 010 5484170, il martedì dalle ore 9:30 alle ore 12:00.

    • Come posso consultare la cartografia regionale?
      • Puoi consultare la cartografia regionale attraverso il visualizzatore cartografico oppure recandoti allo Sportello Cartografico.

    • Come posso consultare le foto aeree?
      • Puoi consultare le foto aeree on-line grazie al servizio Fototeca o direttamente allo Sportello Cartografico fissando un appuntamento telefonico.

  • Cartografia Regionale
    • In quali formati è disponibile la cartografia regionale?
      • La cartografia regionale è disponibile in formato cartaceo e in diversi formati digitali.

        I formati digitali disponibili per l’acquisto o il download sono:

        • Raster: GeoTIFF, EPS-JPG-PDF, TIFF - Raster non compresso, ASCII GRID e ECW
        • Vettoriale numerico: DGN - Vettoriale Bentley, DWG - Vettoriale Autocad e DXF - ASCII Sequenziale di Interscambio
        • Vettoriale con database associato: Mapinfo, KML, Shapefile, GML versione 2, GML versione 3, GEOMEDIA ACCESS - Vettoriale Strutturato e SHAPE – ArcView
    • Cos'è un formato vettoriale?
      • Il formato vettoriale è un formato che permette di disegnare gli oggetti che si vogliono rappresentare sulla carta: le singole entità territoriali sono rappresentate mediante elementi geometrici che sono memorizzati in base alle coordinate cartesiane X e Y dei punti e delle linee che li compongono.

    • Cos'è un formato raster?
      • Il formato raster è un formato per la rappresentazione delle immagini: le informazioni sono memorizzate in forma matriciale (righe e colonne) di un insieme di piccole aree (pixel). Ad ogni pixel viene associato il corrispondente valore del colore, o tono di grigio.

    • Come posso richiedere una o più carte?
      • La cartografia, sia scaricabile che non scaricabile, si può richiedere nella seguente modalità:

          • Online seguendo la procedura d’acquisto indicata dall'icona “carrello”
          • Compilando l'apposito modello di richiesta presso lo Sportello Cartografico
          • Inviando una richiesta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. allo Sportello Cartografico

        Riceverai il materiale solo dopo l'avvenuto pagamento.

  • Fototeca
    • Che cos’è la Fototeca?
      • La Fototeca è un servizio di Regione Liguria che consente, consultando i voli aerei disponibili in archivio, l’individuazione e lo scarico dei fotogrammi di proprio interesse. La fototeca si compone di ben 73 voli finalizzati alla ripresa aerofotogrammetrica e costituisce, perciò, un enorme patrimonio storico di dati a disposizione gratuita di tutti i cittadini. I voli sono stati eseguiti tra il 1973 tra il 2015 ed hanno consentito la registrazione di circa trentottomila immagini del territorio.

        La consultazione delle fotografie aeree può essere interessante per studiare l’evoluzione storica del territorio oltre che per fini legali e motivi professionali. La ricerca del fotogramma d’interesse è semplice perché si può effettuare sia scorrendo la lista generale dei voli sia compiendo una selezione territoriale circoscritta che richiami solo i voli della zona prescelta.

    • Si possono scaricare gratuitamente i fotogrammi?
      • Lo scarico dei fotogrammi dalla Fototeca è gratuito: una volta selezionato il volo compaiono nel visualizzatore della Fototeca le relative strisciate; una volta cliccata la strisciata che insiste sulla zona di nostro interesse, compaiono i punti a cui sono “linkati” i fotogrammi e cliccando su un punto si visualizza il relativo fotogramma che compare in alto a sinistra; per scaricare i fotogrammi utilizzare i bottoni “aggiungi carrello” e “scarica immagine”.

        Le immagini sono a bassa risoluzione per cui se occorressero delle risoluzioni più elevate è necessario fare richiesta scritta con i moduli rinvenibili alla voce Sportello Cartografico e inviare bonifico di avvenuto pagamento. Il prezzo per le scansioni a 1200 dpi è €12.72 (IVA inclusa).

        Solo nel caso in cui si ritenesse opportuno procedere alla richiesta di ingrandimenti di particolari del fotogramma è necessario recarsi allo Sportello Cartografico.

    • La Regione possiede voli precedenti al 1973?
      • Regione non possiede voli precedenti al 1973, anno in cui è stata istituita ma conserva, presso il proprio Sportello Cartografico, alcuni voli realizzati da altri enti precedentemente a tale data. I voli sono i seguenti:

          • Volo del 1936 (sono presenti solo un numero limitato di fotogrammi) e volo del 1954 di proprietà dell’IGM tel. 055 2732299
          • Volo di guerra della RAF del 1944 di proprietà dell’ICCD di Roma tel. 06 85521
          • Volo del 1964 sulla provincia di Genova di proprietà del comune di Genova tel. 010 557111 (chiedere della cartografia)

        Del volo storico del 1936 sono presenti le seguenti zone: MAGRA E VARA-ZOAGLI-TORRIGLIA BAVASTRI-PORTOFINO-GENOVA VAL BISAGNO-GENOVA COSTIERO, CENTRO, VAL POLCEVERA-TORRIGLIA GARAVENTA CAFFARENA-SESTRI LEVANTE-LUNI-MONTE MARCELLO E FOCE MAGRA-CHIAVARI E LAVAGNA.

        Il volo storico del 1954 è stato eseguito a 10.000 metri di quota per cui è utilizzabile solo nel caso in cui occorra identificare particolari voluminosi.

        Il volo di guerra della RAF del 1944 è stato eseguito ad altezze variabili e con insistente copertura nuvolosa per cui non tutti i fotogrammi hanno la sufficiente chiarezza.

        I fotogrammi di questi voli, presso il nostro sportello, sono puramente consultabili e non ci è possibile eseguire su essi nessuna operazione: per poter aver ingrandimenti, scansioni ecc. bisogna rivolgersi direttamente agli enti proprietari contattandoli con i numeri di telefono precedentemente indicati. 

  • Servizio WMS e WFS
    • Cosa è il Web map service (WMS)?
      • Il servizio WMS è un protocollo standard per lo scambio di informazioni geografiche messo a punto dall'OGC (Open Geospatial Consortium) per facilitare la consultazione e lo scambio di dati cartografici; permette inoltre di pubblicare dati cartografici in modo standard e indipendente dalla piattaforma GIS che si utilizza per produrli.

        Si tratta di un’innovazione sulla strada dell’interoperabilità, che permette di confrontare i dati creati localmente, con quelli presenti nel Sistema Informativo Regionale a partire dal proprio client GIS desktop, da un Viewer Web o, più in generale, i dati prodotti da diversi fornitori.

        In pratica un servizio WMS fornisce, a fronte di una richiesta fatta dall’utente, un’immagine in uno dei formati standard web (.jpeg, .png o .gif) contenente la rappresentazione del set di dati geografici richiesti. Disponendo di un'applicazione GIS o di un Viewer Web che supporti l'uso del WMS (Qgis, Geomedia, Mapinfo, Google Earth, etc ), si può accedere ai dati territoriali pubblicati secondo questo protocollo, anche se forniti da enti diversi, visualizzarli, navigare nelle informazioni, sovrapporli tra loro e così via. Le operazioni del Web Map Service sono invocate da un client che supporti il protocollo HTTP, in forma di URL (Uniform Resource Locators). Il contenuto della URL dipende dalle operazioni richieste. In particolare, nel richiedere una mappa, la URL indica quali informazioni devono essere visualizzate sulla mappa, quale porzione della Terra deve essere rappresentata, il sistema di coordinate desiderato, il formato e le dimensioni dell'immagine di output.

    • Come si utilizza il servizio WMS?
      • A tutte le cartografie del Sistema Informativo Regionale è associato il servizio WMS messo a disposizione gratuitamente da Regione Liguria; per poterlo utilizzare bisogna disporre di un'applicazione GIS o di un Viewer Web che supporti l'uso del WMS; per prima cosa è necessario identificare la cartografia d’interesse all’interno del Catalogo Mappe del Geoportale . Cliccando sul titolo della carta scelta, si accede alla relativa scheda di dettaglio: alla voce “Risorse Online” della sezione WMS è possibile copiare la URL del servizio utilizzando il bottone “Copia link al servizio WMS” e successivamente incollarla nell’apposito campo all’interno del proprio client GIS desktop o di un Viewer Web.La risposta alla richiesta è costituita da immagini (nel formato JPEG, PNG, ...) che possono essere interrogate e sovrapposte alla cartografie prodotte dall’utente.

        Inoltre, utilizzando il Visualizzatore Tecnico del Geoportale , chiunque può sovrapporre alle cartografie presenti nel Sistema Informativo Regionale, i livelli informativi (mappe, planimetrie e così via) prodotti da altri Enti o soggetti privati. È sufficiente utilizzare la funzione “Aggiungi Livelli” del visualizzatore, dove è possibile copiare, alla voce “Servizi WMS” , la URL del servizio WMS d’interesse nell’apposito campo “URL Capabilities” . La cartografia sarà visibile e comparirà nella Legenda del visualizzatore, dopo aver cliccato sul bottone “Lista Layer” e “Aggiungi”.

    • Cos'è il Web feature service (WFS)?
      • Il servizio WFS è un protocollo standard per lo scambio di informazioni geografiche messo a punto dall'OGC (Open Geospatial Consortium) per facilitare la consultazione e lo scambio di dati cartografici; Il servizio permette di importare oggetti geografici che risiedono su un server da una postazione client dotata di software GIS. La comunicazione client-server avviene attraverso il Web utilizzando il protocollo HTTP con chiamate indipendenti dalla piattaforma e cioè indipendenti dai software usati sia dal client che dal server. I servizi WFS consentono di accedere direttamente ai dati vettoriali di base (punti, linee, aree) e alle relative informazioni testuali, effettuare analisi spaziali, sovrapposizioni e salvare in locale i dati stessi. I servizi WFS non trasportano informazioni relative alla vestizione dei dati finalizzati alla loro rappresentazione grafica (simbologia, celle, custom line, colore, eccetera); questa vestizione è demandata alla piattaforma client.

        Per facilitare l'uso di alcuni dati (ad es. nel DB topografico di Regione Liguria) il Sitar ha inserito livelli informativi (librerie) contenenti la codifica della simbologia cartografica: in questo caso utilizzando le librerie (archiviate nella postazione locale) associate al dato originale è possibile ottenere la vestizione completa.

        La codifica standard utilizzata dai servizi WFS è il GML, linguaggio basato su XML che permette di rappresentare oggetti geografici sia nelle componenti relative agli attributi degli oggetti sia nella componente prettamente geometrica; tale linguaggio permette infatti di codificare le coordinate degli oggetti geografici in modo tale che se ne possa fornire la raffigurazione cartografica.

    • Come si utilizza il servizio WFS?
      • Il servizio WMS è messo a disposizione gratuitamente da Regione Liguria; per poterlo utilizzare bisogna disporre di un'applicazione GIS che supporti l'uso del WFS; per prima cosa è necessario identificare la cartografia d’interesse all’interno del Catalogo Mappe del Geoportale. Cliccando sul titolo della carta scelta, si accede alla relativa scheda di dettaglio: alla voce “Risorse Online”della sezione WFS è possibile copiare la URL del servizio utilizzando il bottone “Copia link al servizio WFS” e successivamente incollarla nell’apposito campo all’interno del proprio client GIS desktop.

        I dati vettoriali risultano visualizzati immediatamente nel software dell'utente, mentre i dati testuali risultano essere interrogati se questa funzione è supportata dal software dell'utente.

    • Cosa sono i metadati?
      • La Direttiva 2007/2/CE, entrata in vigore il 15 maggio 2007 ha istituito un'infrastruttura per l'informazione territoriale (INSPIRE) per supportare le politiche ambientali nella Comunità Europea. Una delle componenti fondamentali di INSPIRE sono, appunto, i metadati, definiti come "le informazioni che descrivono i set di dati territoriali e i servizi relativi ai dati territoriali e che consentono di ricercare, repertoriare e utilizzare tali dati e servizi". In relazione a ciò, la Commissione Europea, con il Regolamento n. 1205/2008, ha stabilito i requisiti per la creazione e l'aggiornamento dei metadati per i dati territoriali e relativi servizi, al fine di renderli compatibili ed utilizzabili nel contesto comunitario e in quello transfrontaliero.

        RNDT (Repertorio Nazionale Dati Territoriali) ha stabilito un profilo di metadati nazionale di riferimento, compatibile con INSPIRE e basato su ISO 19115/19119, tramite il quale descrivere le cartografie e i relativi servizi.

        Attualmente Regione Liguria gestisce attraverso il SITAR una base dati di metadati relativi alle informazioni cartografiche gestite. Il Catalogo Mappe del Geoportale costituisce il catalogo dei dati e dei metadati del Sistema Informativo Ragionale: ciascuna cartografia è pertanto corredato di una scheda di metadati relativa al dato stesso, al servizio WMS e, ove presente, al servizio WMS. Ciascuna scheda di metadati può essere scaricata in formato XML.

        L’infrastruttura di dati spaziali regionale è pertanto costruita in modo da recepire gli obblighi di legge relativi alla attuazione della Direttiva INSPIRE (Direttiva 2007/2/CE) e le direttive nazionali.

    • Cosa sono le tecnologie Open?
      • Le tecnologie Open nascono dall’iniziativa di "Open Geospatial Consortium" (OGC), consorzio internazionale no-profit di aziende, enti governativi e università, il cui scopo è definire di standard e protocolli per i servizi cartografici. Ci sono oltre 30 standard gestiti da OGC, tra i quali il WMS - Web Map Service e il WFS - Web Feature Service.

        I servizi WMS e WFS consentono infatti di pubblicare, visualizzare e scaricare dati cartografici georiferiti in modo standard e indipendente dalla piattaforma GIS che si utilizza abitualmente. La Regione Liguria, nell’ ottica di perseguire l’obiettivo INSPIRE di accessibilità e interoperabilità in materia di dati cartografici ha sviluppato servizi WMS e WFS a standard OGC.

  • Download
    • La cartografia è scaricabile gratuitamente?
      • Si, dal geoportale è possibile scaricare la quasi totalità della cartografia pubblicate.
        Per accedere alla procedura di download è sufficiente, una volta entrati nel Catalogo delle Mappe, scegliere il livello di interesse e cliccare sull’icona “Servizio di Download e Trasformazione di Dati Cartografici” presente nella scheda di ciascuna cartografia. .

    • Quali sono i formati scaricabili gratuitamente?
      • I formati digitali disponibili per il download sono:

        • Raster: GeoTIFF, ASCII GRID, PDF di stampa
        • Vettoriale: Mapinfo, KML, Shapefile, GML versione 2, GML versione 3
    • Si possono scaricare porzioni di cartografia?
      • Per ogni livello informativo, scorrendo la scheda tecnica che li presenta è indicato se l’elemento prescelto si può acquistare interamente, fare una scelta territoriale libera oppure per porzioni riferite allo squadro cartografico o al limite amministrativo
        Per quanto riguarda i database topografici a scala 1: 5.000 e 1: 25.0000 è possibile scaricare anche un singolo tema facendo una scelta territoriale libera, per singolo comune o per l’intera copertura pubblicata.

  • Acquisto
    • Modalità di acquisto
      • L'acquisto può essere effettuato:

        • Direttamente allo Sportello cartografico
        • Via fax o via e-mail
        • On line utilizzando l’icona “carrello” presente nella scheda di ciascuna cartografia dal Catalogo delle Mappe del geoportale

        Per confermare l'ordine effettuato è necessario allegare alla richiesta d’acquisto la copia di ricevuta del versamento. A seguito dell'avvenuto pagamento si procederà alla preparazione del materiale ordinato: si consiglia, in caso di acquisto online e pagamento con bonifico bancario, di anticiparne una copia via mail.

        • c/c numero 22957/80/106 della Cassa di Risparmio di Genova e Imperia (Piazza Dante 40R, Genova)
        • Intestatario: Regione Liguria - diffusione cartografia
        • Iban Code: IT06 S061 7501 4060 0000 2295 780
        • Codice Bic: CRGEITGG106
    • Quanto costa acquistare materiale cartografico?
      • Il prezzo varia a seconda della cartografia richiesta.
        Ogni voce del Catalogo Mappe riporta i relativi prezzi, formati e coperture a disposizione.
        Puoi comporre il tuo preventivo online: basta seguire la procedura indicata dall'icona "carrello".

    • Sconti per materiale cartografico
      • Sconto 50% applicato all'importo totale comprensivo di IVA per le seguenti categorie di utenza:

        • Atenei dell’Università di Genova
        • Enti Pubblici convenzionati Liguria In Rete (L.I.R.)

        Sconto 30% / 20 % applicato all'importo totale comprensivo di IVA per tutte le altre categorie di utenza:

        • Per una spesa uguale o superiore a € 2.000 al netto dell'IVA si ha diritto a uno sconto del 20%
        • Per una spesa uguale o superiore a € 6.000 al netto dell'IVA si ha diritto a uno sconto del 30%

         

    • Posso acquistare fotografie aeree per collezione privata?
      • Sì è possibile, il costo per la riproduzione di un ingrandimento o di un intero fotogramma varia a seconda della dimensione, del tipo di fotografia (colori o bianco e nero) e del supporto richiesto.

    • Come è possibile ricevere il materiale ordinato?
      • Il materiale richiesto può essere ritirato presso lo Sportello Cartografico tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalla ore 9:00 alle ore 12:00 (in via Fieschi 17 piano U3 a Genova) oppure se in formato digitale può essere invito via e-mail.
        Solo se esplicitamente richiesto, è possibile ricevere direttamente il materiale a domicilio tramite corriere a proprie spese – franco assegnato.

    • Una volta effettuato il pagamento, quanto tempo occorre per avere il materiale?
      • Il materiale richiesto sarà disponibile presso lo Sportello cartografico entro 5 giorni lavorativi dalla data d’arrivo del pagamento.
        Gli ingrandimenti fotografici hanno una tempistica differente di minimo un mese.

    • È possibile ricevere i file ordinati via e-mail?
      • Sì, attraverso il server di Regione su una e-mail indicata dall’utente.

  • Servizi per Enti Locali
    • Come si fa ad entrare in possesso della cartografia per la redazione del PUC?
      • Per lo scarico gratuito della cartografia relativa alla redazione del PUC la Regione ha predisposto uno specifico canale: dal menù “Servizi on line” del sito di Regione Liguria si accede alla pagina che elenca tutti i servizi Web disponibili; cliccando sulla lettera C (per agevolazione) e scorrendo la lista dei risultati, si arriva alla voce CARTOGRAFIA PER LA REDAZIONE DEL PUC.

        Dentro alla pagina ci sono due moduli: uno spiega il tipo di cartografia di cui si può entrare in possesso e le credenziali che occorrono per poterlo fare, l’altro è il modulo di richiesta da compilare per poter avere diritto allo scarico.

        Per poter usufruire di questo servizio occorre che i comuni richiedenti abbiano stipulato con la Regione la convenzione “Liguria in Rete” (per informazioni rivolgersi a M.G.Cellerino tel. 010.548.4654)

    • Gli Enti Locali interessati alla CTR 1:5000 nei formati dwg, dxf e dgn devono pagare?
      • Gli Enti Locali possono entrare in possesso di questi formati pagando una quota ridotta, anziché € 137 più 22% di IVA, pagano € 68,50 più 22% di IVA.

 

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova

tel. centralino +39 010 54851 fax +39 010 5488742

numero verde gratuito Urp 800 445 445

note legalicredits

 

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova

tel. centralino +39 010 54851 fax +39 010 5488742

numero verde gratuito Urp 800 445 445

note legaliredazione

 
 

Per offrire informazioni e servizi nel miglior modo possibile, questo sito utilizza cookie tecnici e analitici.