Piano faunistico venatorio

Il piano faunistico-venatorio è uno strumento di pianificazione del territorio introdotto dalla legge 11 febbraio 1992, n. 157 “Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio”, i cui obiettivi sono la tutela della fauna, la disciplina della caccia, la definizione di indirizzi e strategie per la gestione del territorio e il miglioramento degli habitat.

Anche la pianificazione faunistico-venatoria, come le altre competenze in materia di caccia e di tutela della fauna, nel corso del 2015 è passata alla Regione dalle Province, che la gestivano attraverso quattro distinti piani provinciali. I piani faunistico-venatori approvati dalle Province liguri costituiscono, nel loro insieme, la pianificazione tuttora vigente; i relativi dati cartografici hanno fornito la base per la realizzazione del piano faunistico-venatorio regionale e sono consultabili sul Geoportale alla voce “Pianificazione faunistico-venatoria DGR n.227/2018”.

Il nuovo piano faunistico-venatorio della Regione Liguria, adottato dalla Giunta con deliberazione del 7 aprile 2020, n. 292, si pone in continuità con le precedenti pianificazioni provinciali, delle quali costituisce essenzialmente una revisione ed un aggiornamento, alla luce dei mutamenti - di carattere ambientale, faunistico, sociale, normativo - avvenuti nel corso degli anni, con l’intento di realizzare una pianificazione unitaria, pur conservando alcune specificità locali.

La cartografia del primo piano faunistico-venatorio regionale, elaborata dal Settore Fauna selvatica, Caccia e Vigilanza venatoria e dal SITAR, comprende i seguenti sette livelli informativi:

  • ATC: individua la perimetrazione degli Ambiti territoriali di caccia (ATC) e dei Comprensori alpini (CA)
  • AZVEN: identifica la perimetrazione delle Aziende faunistico-venatorie e delle Aziende agri-turistico-venatorie
  • FONDICHIUSI: identifica i fondi, chiusi da muro, rete o altra effettiva chiusura, nei quali è vietata la caccia
  • OASI: individua le oasi di protezione, destinate al rifugio, alla riproduzione e alla sosta della fauna selvatica
  • VALICHI: individua i valichi montani dai quali è vietata la caccia per un raggio di mille metri
  • ZAC: identifica le zone per l’addestramento, l’allenamento e le gare dei cani da caccia
  • ZRC: individua le zone di ripopolamento e cattura, destinate alla riproduzione della fauna selvatica allo stato naturale

La proposta di piano è attualmente sottoposta alla procedura di valutazione ambientale strategica (VAS) e gli elaborati che la compongono (Relazione, Studi propedeutici, Rapporto ambientale comprensivo di Studio di incidenza, Sintesi non tecnica) sono consultabili sul portale “Ambiente in Liguria” della Regione Liguria (http://www.ambienteinliguria.it, VAS - procedimenti in corso, pratica n. 131).

 
 

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova

tel. centralino +39 010 54851 fax +39 010 5488742

numero verde gratuito Urp 800 445 445

note legalicredits

 

Regione Liguria - Piazza De Ferrari 1 - 16121 Genova

tel. centralino +39 010 54851 fax +39 010 5488742

numero verde gratuito Urp 800 445 445

note legaliredazione